Tuttoscuola.com

NOTIZIE, COMMENTI E INDISCREZIONI SUL MONDO DELLA SCUOLA.

La newsletter settimanale di Tuttoscuola, la rivista per insegnanti, genitori e studenti.

Mercoledì, 16 maggio 2018
Numero speciale dedicato a Cambridge Assessment English

SOMMARIO
1. Cambridge Assessment English: un percorso di crescita pensato per le scuole
2. Supporto e collaborazione con docenti
3. Un valore aggiunto per la carriera universitaria, in Italia e all’estero
4. Un’opportunità per valorizzare le proprie competenze con il Bonus docenti

1. Cambridge Assessment English: un percorso di crescita pensato per le scuole
Gli esami del Cambridge Assessment English per le scuole delineano un percorso didattico che, integrandosi con i programmi ministeriali, fa crescere il livello di padronanza dell’inglese degli studenti, dai primi passi fino all’eccellenza. Gli esami possono infatti essere sostenuti già dalla scuola primaria e arrivano fino a quella secondaria di secondo grado. Le prove sono costruite da un team di esperti per stimolare in maniera specifica l’apprendimento ad ogni età. In Italia sono oltre 4mila le scuole che offrono corsi di preparazione per le certificazioni del Cambridge Assessment English.

2. Supporto e collaborazione con docenti
Cambridge Assessment English è un ente accreditato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per la formazione dei docenti della scuola: nel 2016/17 sono stati oltre 5mila gli insegnanti che hanno partecipato agli eventi organizzati in tutta Italia. Inoltre a disposizione dei professori ci sono strumenti che permettono di personalizzare e perfezionare il proprio metodo didattico, anche sfruttando le nuove tecnologie: tra questi “The Digital Teacher”, una piattaforma con numerose risorse che comprendono, tra le altre opzioni, l’analisi dei diversi prodotti digitali utilizzabili, strumenti per la formazione personale e indicazioni pratiche per la pianificazione delle lezioni.

3. Un valore aggiunto per la carriera universitaria, in Italia e all’estero
La maggior parte delle università pubbliche e private italiane riconosce gli esami del Cambridge Assessment English, che possono così diventare una carte vincente da giocare nel proprio percorso accademico in diversi modi. Possono infatti sostituire il test d’idoneità richiesto da molti atenei e facilitare l’accesso ai corsi in lingua inglese previsti in Italia o la riuscita di progetti di formazione all’estero a partire dall’Erasmus. In Italia Cambridge Assessment English ha anche contribuito, in collaborazione col Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, a sviluppare l’International Medical Admissions Test per l’accesso ai corsi di Medicina in lingua inglese in 12 facoltà sul territorio nazionale: nell’ultima sessione di questa prova i candidati sono stati 7mila, 5mila provenienti dall’Italia e 2mila dal resto del mondo.

4. Un’opportunità per valorizzare le proprie competenze con il Bonus docenti
Le certificazioni d’inglese del Cambridge Assessment English rientrano tra le possibilità di aggiornamento professionale nelle quali gli insegnanti possono investire grazie al “Bonus docenti” previsto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Tutti gli insegnanti titolari della carta del docente possono infatti iscriversi a sessioni di certificazioni linguistiche (A2 Key, B1 Preliminary, B2 First, C1 Advanced, C2 Proficiency) o di metodologia didattica come il Teaching Knowledge Test (TKT), TKT CLIL, TKT Young Learners, CELT-P e CELT-S. Per usufruire di questa opportunità è sufficiente individuare il centro di esame autorizzato più vicino tra i 170 esistenti in tutta Italia, dove sarà possibile ottenere informazioni sui corsi e sulle sessioni di certificazioni e, una volta scelta l’opzione più adatta al proprio percorso professionale, presentare il proprio buono per usufruirne.


Categoria: NEWS